3 gennaio 2013

GIOVANE VUOLE DISTRUGGERE LE LETTERE DELLA EX MA INCENDIA UNA BAITA


Che l'amore sia una passione che brucia è noto, ma in questo caso il fuoco non è stato una metafora.  Voleva bruciare le lettere d'amore che gli aveva scritto la ex-fidanzata ed invece la cosa gli è sfuggita di mano e ha dato fuoco, senza volere, a una baita di montagna. Nell'alto vicentino un ragazzo di 23 anni si è visto contestare il reato di incendio colposo in seguito ad una 'cotta' finita male. 
 Il rogo risale al 2010 ma il colpevole è stato scoperto solo oggi, come riporta il Giornale di Vicenza, dopo che la Forestale, che indagava sulla vicenda, ha rimesso assieme i pezzetti bruciati delle lettere del giovane trovati tra i resti della baita. Il ragazzo ha ammesso le sue responsabilità dicendo che non voleva dare fuoco alla costruzione ma solo liberarsi del ricordo di una storia finita male: lei, all'epoca, lo tradì con il suo migliore amico.
Posta un commento