4 novembre 2014

Questa vita da sempre, poi mi sfugge di mano, io non credo più a niente,
soprattutto in quello che siamo, ogni giorno fallito, ogni amico che ho
perso, fosse stato un amico, non mi avrebbe tradito di certo, ora mi
costringo ad avere, la giornata stravolta, mille cose van bene, ma mi
aggrappo a quell'unica storta, chi rincorre i suoi sogni, deve avere più
fiato, perciò passa le notti, a scappare poi dal suo passato, (adesso
guardami) io non so più chi sono, (scaldami) quando resto da solo,
(calmami) se mi sfogo con loro, (salvami) prego per il perdono, le mie
notti in bianco le ho scritte con l'inchiostro nero, mi ritrovo stanco
con l'umore sempre sotto zero, non mi voglio limitare a rimediare quel
legame che non vale manco il tempo che perdi, voglio ridere ed amare tu
che vuoi solo volare e confidare tutto quello che senti
Posta un commento