22 marzo 2014

Oltre La Fine

Quantificare la merda che tocca ingoiare e' impossibile sono gli incerti del mestiere ma dall'esterno sembra facile il nemico e' un rettile cambia la pelle quando e' inutile il suo appetito e insaziabile il suo veleno e' letale e incurabile non c'e' + antidoto che possa salvarti dal baratro se vuoi guardarti lo specchio non non riflette che uno scheletro al solito indecifrabili disegni del destino porte chiuse ora il finale e' + vicino continuo proseguo questa crociera con Caronte oltre la fonte delle origini dalle pendici sino in vetta tra voragini e vertigini paesaggi allucinogeni immagini situazioni, visioni apocalittiche scritte su cromosomi dove si incontrano gli estremi gli insiemi di problemi senza mai le soluzioni domani e' un altro giorno oppure questo sara' l'ultimo punti interrogativi di un fato riscritto postumo in minuscolo postille di un contratto in cui hai giocato per te stesso se adesso procedi con l'applauso per l'incasso il successo il lusso il compromesso un altro passo nell'abisso dentro ad un mirino all'infrarosso un equilibrio precario il criterio l'impresario il necessario scenario tra il cimitero e l'obitorio il campionario di cazzate in 12 comode rate tra una bottiglia e una pastiglia oltre l'ottava meraviglia voi state sintonizzati su un programma sbagliato e' il necrologio del plagio il presagio la vocazione allo sfregio il sortilegio si compone tra le ceneri per chi cammina sui cadaveri con un finale tipo Misery se adoperi qualsiasi strumento per ricordarti ogni momento trascorso ogni percorso diverso nessun rimorso per la morte del millennio dei suoi aspetti corrotti a conti fatti ho + rimpianti del conte Mascetti...ne resterà uno solo se il manoscritto e + contorto di un vangelo se il bene e il male vanno in parallelo se in cielo tutte le stelle sono in plastica mentre nel sottosuolo ora la situazione e' drastica.
Posta un commento