22 marzo 2014

Oltre La Fine Kaos

E' un labirinto senza uscita una realta' falsata un gioco sporco piaghe da decubito sul corpo cerco un varco un tentativo ci provo se vivo come in clausura e' perche cerco la chiave per la giusta serratura e' la sciagura di un destino meschino porte sprangate la ragione mi abbandona come un cane d'estate nuove puntate di una serie gia vista protagonista l'alcolista ultimo stadio azionista del fastidio sul podio alle olimpiadi del trash recito il vero assumo siero effetto pentothal sul fondo come il verme nel mescal non ti offro optional per il tuo festival siete clientela in fila con banconote da tremila decisamente fuori corso strategie dell'universo per chi scrive la storia stavolta la scrive chi ha perso per chi e' immerso nel buio in questo immondezzaio a chi avuto nessuna chance se si e' mostrato sfacciato e a cercato lo stile + nuovo nocivo come un virus e' un infezione e' un rebus che non possiede soluzione e' sistematico qualcuno e' allergico ma il tragico e' che sembra giusto si onesto ora controlla il palinsensto perche la vita e' una puttana oltre che ladra occhi fissi sulla sabbia nella clessidra qualcosa non quadra d'istinto apro l'archivio torno al prologo giu in profondita' tipo speleologo mai avuto alcun dialogo con chi ha gia programmato l'estinzione dei Writer dei Breakers e' il turno degli mc adesso maschere non ne indosso potrei provarci e anche riuscirci ma non contarci perche' il mio nome non nutre la lista dei marci l'eretico il pagano il profano che attenta il sacro il massacro del linguaggio a scopo di lucro l'ingaggio l'mc a noleggio il caravaggio il buon samaritano il ciarlatano su sto treno c'e' + di un clandestino.. sapori amari fattori + che elementari sposato con la dopa finche morte non ci separi l'unico dono che mi ha fatto dio tutto il resto e' mio dietro ogni ciao e' implicito l'addio.

Posta un commento