2 febbraio 2013

SI TATUA UNA PROBOSCIDE D'ELEFANTE,SUL PENE. "NON HA SENTITO RAGIONI"

Una proboscide di elefante tatutata sul pene. Così un uomo di nazionalità croata, incurante del dolore, ha deciso di abbellire le sue parti intime. Inutili i tentativi di dissuasione del personale del centro JoJo&Kenfa di Zagabria, che hanno fatto presente al cliente, come se fosse oltremodo necessario, di quanto potesse essere doloroso un simile tatuaggio. Lui ha scelto consapevolmente di proseguire e ora dovrà tornare per almeno dieci volte in studio per cuarare dolore e prurito.
“Cerchiamo di avvertire i clienti sulle scelte indelebili che stanno per compiere – ha detto uno dei tatuatori – perché i tatuaggi, specie in punti così bizzarri, sono difficili da rimuovere in un secondo momento. Ma spesso decidono di andare fino in fondo noncuranti dei rischi che corrono”.
Posta un commento