8 gennaio 2013

STRANGOLA LA FIDANZATA CON I RASTA E SCAPPA: ARRESTATO UN 32ENNE


Ha aggredito la sua fidanzata dopo una lite con un'arma stranamente impropria: i suoi lunghi rasta. Anche conosciuti come dreadlocks, sono formati da capelli intrecciati in modo inestricabile e sono stati resi celebri dal movimento del Rastafarianesimo jamaicano.
Il tutto è accaduto lunedì pomeriggio a Portland, nell'Oregon. Durante una lite con la fidanzata il 32enne Caleb Grotberg avrebbe provato a strangolarla con i suoi lunghi capelli per poi lasciarla in casa agonizzante. All'arrivo della polizia, la giovane ha raccontato l'accaduto agli agenti che hanno fermato l'uomo, ora in stato di fermo nel carcere di Multnomah. L'accusa è quella di aggressione di quarto grado e sequestro, poiché non è contemplata una categoria di reato più appropriata a quanto realmente accaduto.
Posta un commento