14 novembre 2011

Fiumicino, mastino libero nella stiva di un aereo mette in fuga addetti ai bagagli

ROMA - Curioso fuori programma all'aeroporto Leonardo da Vinci, con
protagonista un mastino napoletano di 80 chilogrammi, che si è liberato
nella stiva durante un volo e che ha creato all'arrivo dell'aereo un
fuggi fuggi generale quando, con grande sorpresa e spavento, gli addetti
di pista hanno aperto il portellone per scaricare i bagagli.

L'episodio è accaduto all'arrivo del volo della compagnia russa Aeroflot
proveniente da Mosca: durante il volo il grosso cane, forse per la paura
e l'agitazione, ha rotto il trasportino in cui era stato imbarcato e
custodito in stiva per il viaggio, e una volta libero si è messo a
girare incontrollato all'interno di essa durante il volo. Quando gli
operai aeroportuali, addetti allo scarico bagagli, hanno aperto la stiva
si sono trovati, non senza sorpresa, il bagaglio incustodito a quattro
zampe che, per la mole e l'agitazione, ringhiando in continuazione, non
ha permesso a nessuno di avvicinarlo e anzi ha costretto alla fuga tutti
i presenti.

Si è reso necessario l'intervento di due pattuglie cinofile della Quinta
Zona della Polizia di Frontiera che, grazie alla preparazione e
all'addestramento specializzato, sono riusciti ad avvicinare il cane e a
riportarlo alla tranquillità. Condotto nel settore delle Unità Cinofile
dell'aeroporto, è stato quindi rifocillato e ulteriormente calmato per
poi essere riconsegnato alla compagnia aerea e quindi al proprietario.

Posta un commento